COMUNICATO STAMPA DI PRESENTAZIONE ANDERSEN PREMIO 2016

fisbs

Il Premio H. C. Andersen – Baia delle Favole di Sestri Levante giunge alla 49° Edizione.
Apertura del bando sabato 16 gennaio 2016.
Madrina per l’edizione 2016 Ambra Angiolini.
Entra in giuria Emilia Marasco, scrittrice e animatrice di Officina Letteraria.

 

Il Premio H. C. Andersen Baia delle Favole giunge quest’anno alla sua 49° edizione (apertura del bando sabato 16 gennaio 2016). Lo storico concorso letterario per la fiaba inedita,punto di riferimento nel mondo della letteratura per l’infanzia a livello internazionale,promosso dal Comune di Sestri Levante e realizzato in collaborazione con Artificio 23,tocca in questo 2016 un traguardo che vede tante novità accompagnarsi alla conferma di solide tradizioni.

 

Prima novità è la presenza di una madrina d’eccezione: Ambra Angiolini. C’è un legame importante fra questa artista e il mondo fantastico della Baia delle Favole: passata, in una carriera già incredibilmente ricca, dalla televisione alla musica, dal cinema al teatro, da idolo dei ragazzini a raffinata interprete, per la sua straordinaria evoluzione personale e artistica è quasi un personaggio anderseniano. E l’incontro che ha tenuto sul tema del Potere delle Favole nella passata edizione del Festival ha affascinato, nuova pifferaia magica, gli uditori.

 

Dal 1967 la commissione di lettura presieduta da David Bixio (che inventò il premio in onore del celebre scrittore, che a Sestri Levante soggiornò, innamorandosene) premia le fiabe inedite, operando una selezione fra le oltre 1.000 favole in arrivo ogni anno, suddivise nelle varie sezioni collettive e individuali del concorso. Particolarità del premio infatti è quella di accogliere fiabe provenienti sia dagli adulti (oltre i 17 anni), che dai ragazzi, nelle sezioni: Scuola materna (da 3 a 5 anni), Bambini (da 6 a 10 anni) e Ragazzi (da 11 a 16 anni). Il concorso è aperto anche agli autori stranieri,che possono partecipare con fiabe in lingua inglese, francese, tedesca, spagnola, araba, cinese e russa, in linea con l’internazionalità del Premio. Al testo vincitore delPremio H. C. Andersen Baia delle Favole, tra i pochi premi letterari importanti aperti anche ai non scrittori di professione, viene conferito un riconoscimento economico di € 3.000 e la pubblicazione presso una casa editrice riconosciuta.

 

Nuove sono le modalità di partecipazione. Iscriversi da quest’anno sarà ancora più semplice e più economico. Più semplice: il bando si potrà infatti scaricare dal sito www.andersenpremio.it a partire dal 16 gennaio 2016 e sarà possibile inviare i propri componimenti sia dal sito stesso, che per posta – all’indirizzo Giuria del Premio Hans Christian Andersen – Baia delle Favole – Sezione (indicare qui la categoria per la quale si concorre) Piazza Matteotti, 3 – 16039 Sestri Levante, entro il 31 marzo 2016. E poi un incoraggiamento per chi di fiabe ne ha tante nel cassetto: per la prima fiaba il contributo è sempre di € 20, per l’invio della seconda il costo è della metà, per la terza metà della metà e così via… La premiazione avverrà sabato 11 giugno in occasione dell’Andersen Festival (in programma da giovedì 9 a domenica 12 giugno 2016).

 

Uno dei punti fondamentali dell’Andersen Festival è la sezione Realtà del mondo, un momento della grande festa in cui si approfondisce la conoscenza di realtà geografiche lontane da noi, ma che hanno in qualche modo segnato la storia recente o meno recente del mondo. Per il 2016 il paese scelto è la Tunisia, un Paese che si è di recente dotato di una delle Costituzioni più avanzate, dal punto di vista dei diritti democratici e civili, di tutto il mondo arabo e musulmano, tanto da attirare l’attenzione dell’Accademia Svedese. Il premio Nobel per la Pace 2015 è infatti stato riconosciuto, per “il contributo offerto alla costruzione della democrazia” al Quartetto nazionale per il dialogo tunisino, formato da quattro organizzazioni della società civile – il sindacato dei lavoratori, il sindacato patronale, l’Ordine degli avvocati e la Lega Tunisina per i Diritti Umani – che ha scongiurato il pericolo di una guerra civile e l’instaurarsi di una dittatura. Oggi la Costituzione tunisina prevedel’uguaglianza tra uomo e donna, l’esclusione della sharia e il divieto della tortura. Importante quindi mantenere accesi i riflettori su un Paese che lotta per il mantenimento di scelte democratiche, non senza l’opposizione delle frange più estreme.

 

E ancora: un nuovo gioco. Dopo il successo dei concorsi Tweet da favola e Scatti da favola quest’anno scatta Indovina la Favola. I dettagli di questa nuova iniziativa collaterale saranno annunciati in sede di lancio del nuovo contest alla fine di gennaio.


Il Premio H. C. Andersen Baia delle Favole ha dimostrato in questi anni capacità di adeguarsi ai tempi grazie anche al lavoro di una giuria di prestigio, presieduta dal fondatore del Premio David Bixio e che vede dal 2014 anche la presenza dell’editore Rosellina Archinto. Insieme a loro Elisa Bixio, Consigliere delegato alla Cultura del Comune di Sestri Levante, Donatella Curletto, coordinatrice del Sistema Bibliotecario Provinciale, Caterina Lerici, insegnante e segretaria del Premio, Maria Franca Bacigalupo, insegnante, Maarten Veeger dell’Associazione Stampa Estera in Italia, Carlo Alberto Bonadies della casa editrice Einaudi, i giornalisti Antonio Bozzo, Silvana Zanovello, Pierantonio Zannoni. Dal 2011 è in giuria anche Anthony Majanlahti, scrittore e storico, ultimo discendente diretto di Hans Christian Andersen. E poi in anni recenti hanno integrato la giuria la giornalista Charlotte Sylvestersen, corrispondente per la Danimarca, e la giornalista e scrittrice Silvia Neonato, a cui, per questa edizione 2016 si aggiunge un’altra scrittrice, Emilia Marasco, anima di Officina Letteraria.


In questi 49 anni hanno partecipato a vario titolo al Premio H. C. Andersen Arturo Brachetti, Peppino De Filippo, Italo Calvino, Tonino Conte, Emanuele Luzzati, Alberto Moravia, Mario Soldati, Maria Luisa Spaziani, Guido Stagnaro, Sergio Zavoli.


Il Premio H.C. Andersen – Baia delle Favole ha visto il contributo di Regione Liguria, Provincia di Genova, Compagnia di San Paolo, Gruppo Cariparma Crédit Agricole, Coop Liguria, Fondazione Carige, Fondazione Mediaterraneo, Arinox S.p.A, Idrotigullio S.p.A, Veolia, SAP, Banca Carige, Cemusa, Arcus, Azienda Trasporti Provinciali ATP, Università degli Studi di Genova, Goethe Zentrum Genoa. Nel 2013 e 2014 ha ottenuto il finanziamento de Ministero dei Beni e Attività Culturali/Spettacolo dal Vivo e dal  2015 ammessi alla domanda triennale come FESTIVAL ai sensi dell’ART. 18.

 

Tutti i vincitori riceveranno Sirefiaba Andersen, opera dell’artista Alfredo Gioventù,che raffigura la Sirenetta protagonista della celebre fiaba. In palio per i vincitori delle 4 categorie premi in denaro da € 1.000 a € 3.000 Il Trofeo Baia delle Favole andrà invece a un’opera particolarmente significativa nell’ambito della produzione per l’infanzia e un fine settimana per due persone a Sestri Levante sarà assegnato alla migliore fiaba in lingua straniera. La Giuria consegnerà un diploma ad alcune fiabe non premiate nelle categorie ufficiali ma particolarmente meritevoli per contenuti e originalità.

 

Comune di Sestri Levante – Assessorato alla Cultura

 

web> www.comune.sestri-levante.ge.it

 

info Premio H.C. Andersen – Baia delle Favole> www.andersenpremio.it

 

servizio di segreteria> informagiovani@comune.sestri-levante.ge.it; andersen@comune.sestri-levante.ge.it

 

telefono Segreteria: +39 0185 458490

 

orario servizio Segreteria:
Lunedì 10.00/13.00-14.00/17.00;
Mercoledì 10.00/13.00-14.00/17.00;
Venerdì 09.00/13.00

 

 

Ufficio stampa

 

Maria De Barbieri> mariadebarbieri@yahoo.it; 349 5073400

 

Valeria Pistarino> valeria.pistarino@gmail.com; 328 4240815